“Una scelta d’amore per Acerra”, Tito d’Errico si presenta alla città

By on 6 maggio 2022

Il noto medico, candidato sindaco della coalizione Centro,Sinistra, si presenta alla città con una lettera: “Più volte mi avete dato fiducia affidandomi la vostra salute con umiltà, ora vi chiedo di affidarmi la guida di Acerra”.

Cari concittadini, non chiedetevi cosa il vostro paese può fare per voi, chiedete cosa potete fare voi per il vostro paese”. John F. Kennedy, Presidente USA, 20 gennaio 1961

Cari Acerrani ed Acerrane,

il 12 giugno, ci saranno le elezioni per il rinnovo dell’Amministrazione comunale e tutti voi sapete che una coalizione intera, senza dissidi ma con un sano confronto, vero, leale e sempre fruttuoso, ha avuto attenzione e considerazione per me, candidandomi a Sindaco della Città di Acerra. Ho deciso di accettare per amore verso la mia terra e la mia Comunità.

Credo che ci sia un momento nella vita di ognuno di noi, in cui si è chiamati a fare scelte che vanno molto oltre noi stessi, come fosse una chiamata da cui non ci si può sottrarre. Ebbene ho sentito con forza la mia chiamata e mi sento pronto, con la Vostra fiducia, a guidare la nostra amata Città. Il voto di ciascun cittadino sarà decisivo per non rinunciare a quanto insieme abbiamo e per volerlo continuare a migliorare: nella scuola e nei servizi sociali, nelle strutture per i ragazzi e per gli anziani, nelle opere pubbliche, nelle strutture sportive, nell’ambito culturale e della valorizzazione storica, nel programmare il giusto equilibrio tra abitazioni, ambiente agricolo e natura. Questo è l’impegno per una città che sta bene. A noi tutti non sfuggono neanche le criticità della Nostra Città, le conosciamo bene: l’ambiente, la sicurezza e la vivibilità complessiva della comunità. Andrà rafforzato il senso di identità, richiamando le nostre radici e tradizioni, che unite al nostro patrimonio storico, culturale, musicale, gastronomico, dovrà continuare il progetto di crescita che ci vede tutti coinvolti. Tutto ciò è possibile se in campo scendono persone che, con esperienze variegate, sono capaci di dare risposte al passo con i tempi e con le esigenze dei cittadini. Questo è l’impegno per una città che sta bene.

Dopo la pandemia, la crisi economica attuale è entrata nelle nostre case e tante persone vedono in pericolo il loro posto di lavoro; numerose attività commerciali, artigianali e industriali attraversano una fase difficile, effetto anche della guerra in Ucraina che nessuno credeva potesse interessare l’Europa. La questione più urgente da affrontare è, infatti, la ripartenza, soprattutto economica, con un nuovo slancio, tutelando i portatori di disabilità e le fasce deboli. Questo è l’impegno per una città che sta bene. Sono certo che con il contributo di tutti noi saremo capaci di rendere Acerra una Città sempre migliore, convinto che se semini solidarietà e usi la ragione, raccogli democrazia e benessere. Più volte mi avete dato fiducia affidandomi la Vostra salute, con umiltà ora vi chiedo di affidarmi la guida della Città di Acerra.  Questa città è la Nostra Città che sta bene.

Tito d’Errico
Un sindaco per star bene

Centro Servizi Acerra