EGO International, nuovi clienti per le imprese campane che esportano

Pubblicato da il 8 agosto 2019

È un periodo interessante per le imprese campane che cercano all’estero nuove opportunità di crescita. Le recensioni e i dati di Confindustria sull’export Made in Campania evidenziano come la regione conformi il suo primato positivo nel contesto del Mezzogiorno. La Campania si posiziona in testa rispetto alle altre regioni meridionali anche per quanto riguarda il fatturato totale dell’industria manifatturiera, con 9,4 miliardi di euro. Numeri importanti, che indicano la forza di un tessuto imprenditoriale variegato e capace di competere anche all’estero. Sempre più aziende campane, infatti, guardano con ottimismo alle opportunità rappresentate dai clienti e dai mercati globali. A evidenziare questo trend, in linea con quello nazionale, sono le recensioni di EGO International (https://www.egointernational.it/). La società di export ha spesso osservato come la vendita all’estero possa risultare una strategia interessante per le PMI locali più intraprendenti del territorio. Secondo gli esperti di EGO International, infatti, la buona qualità dell’offerta italiana e campana è alla base di un processo di internazionalizzazione proficuo e di successo.

Export e PMI campane, le opinioni e i pareri di EGO International

Dalla promozione su Facebook, fino all’outsourcing, passando per la collaborazione con un team di export manager preparato, sono oggi diverse le risorse che fanno dell’esportazione una via percorribile anche dalle piccole e medie imprese. Per questo motivo la vendita all’estero è una prospettiva certamente interessante per molte aziende del territorio campano, caratterizzato dalla presenza di numerose PMI attive nei più diversi settori. Le opinioni espresse da EGOInternational ne evidenziano alcuni tra i più promettenti: la farmaceutica, il tessile, l’automotive e l’alimentare.

Grande diversificazione anche per quanto riguarda i mercati di destinazione delle merci campane: Germania, Francia e Svizzera mantengono la loro tradizionale posizione di rilievo, ed EGO International evidenzia i risultati positivi registrati in Spagna, Giappone, Corea del Sud e Nord America. Non solo la vicina Europa, dunque, ma anche i Paesi asiatici e le destinazioni oltreoceano possono riservare prospettive di crescita allettanti per gli imprenditori locali.

Esempio degno di nota è proprio quello degli Stati Uniti, che offrono un ampio bacino di clienti interessati all’offerta Made in Campania. I recenti accordi stipulati a Caserta fanno infatti ben sperare, specialmente per quanto riguarda la filiera agroalimentare: il presidente del consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala e il vice presidente dell’US Dairy hanno collaborato per proteggere il marchio dop famoso in tutto il mondo, tutelando i produttori campani e i clienti e consumatori americani, che avranno maggiori garanzie sull’autenticità del prodotto acquistato.

Gli accordi di Caserta testimoniano dunque come il contesto globale si stia evolvendo in favore di una maggiore attenzione alla protezione e alla valorizzazione di merce autentica, sia da parte dei clienti che delle istituzioni. Le opinioni positive di EGO International riconoscono nel Made in Italy, ricco di prodotti strettamente legati al territorio, un’offerta di qualità, capace di cavalcare questo trend e competere con la concorrenza internazionale. Ben vengano dunque le PMI e le aziende del territorio campano che, con la giusta preparazione, decidono di crescere cogliendo le opportunità che i mercati stranieri offrono. Una prospettiva che promette risultati sia per le singole imprese che per il territorio regionale, con risvolti positivi sull’occupazione e la qualità della vita.

Centro Servizi Acerra