Fake news e traditori: crolli pure l’Italia, purché ‘sto governo non si faccia

Pubblicato da il 19 maggio 2018

Riepilogando: lo spread aumenta, la borsa scende, MPS crolla, la benzina costa di più.
Tutto colpa, che ve lo dico a fare, di Lega e Cinque Stelle.

Poco importa la verità, l’importante è sparare su Salvini e Di Maio.

Poco importa se lo spread in questi giorni è aumentato quasi in ogni Paese.

Crescita spread, è una bufala che sia determinata da governo Salvini e Di Maio

da: http://www.affaritaliani.it


Lo spread oggi cresce in tutti (o quasi) i Paesi europei. Spostamento non determinato da Salvini/Di Maio. Bufala dei giornali. Vogliono condizionare…

…Leggi tutto

Poco importa se, come ricorda il leghista Borghi, “l’azione di Montepaschi da cinque anni a questa parte – corretto per i vari aumenti di capitale – è andata da 1400 euro a 2. Questo è il Pd: ha distrutto 50 miliardi di valore della più antica banca del mondo, e se da 2 va a 1,99 è colpa di Borghi?”.

E ancora: “il Ministro Padoan ha preso servizio il 22/2/2014. Da allora il prezzo rettificato per gli aumenti di capitale dell’azione MPS ha perso 457 euro per azione. Il movimento della scorsa settimana del prezzo di borsa è stato di 0,3 euro per azione”.

Poco importa se, magari, il prezzo della benzina sconta le tensioni geopolitiche tra Iran e Stati Uniti.

Poco importa tutto questo: l’importante è attaccare leghisti e pentastellati.

Dagli USA si strepita contro l’intenzione di togliere le sanzioni alla Russia, dall’Europa si strepita contro la volontà di rivedere le politiche economiche e migratorie che ci stanno distruggendo.

La guerra contro l’Italia è cominciata, la finanza speculativa ha il nostro Paese nel mirino, i mercati si apprestano a punirci per la nostra insulsa pretesa di pensare che le elezioni servano ancora a qualcosa.

E cosa facciamo noi?
Quello che facciamo sempre e che ci riesce meglio. Ci dividiamo e chiamiamo in aiuto gli stranieri contro i nostri nemici interni.

Ecco a cosa stiamo assistendo in questi giorni: l’intero Establishment italiano, dal presidente al PD, dalla Rai a Berlusconi  a praticamente tutti i giornali, stanno invocando “i mercati” e l’”Europa” contro il governo giallo-verde che ancora non è insediato.

L’intero Establishment si erge come un sol uomo contro il voto popolare, a terrorizzare  la popolazione, a chiamare l’Europa perché ci punisca.

Di  fatto, questo Establishment – come sempre nella storia italiana – chiama lo Straniero, il nemico esterno, in Italia perché lo faccia vincere contro l’avversario interno.

L’Establishment invoca, implora “i mercati” perché ci chiedano più interessi sul debito. L’Establishment sta desiderando – e provocando – la bancarotta del Paese per il piacere di sconfiggere Salvini, Di Maio, gli italiani che li hanno votati. Naturalmente, è l’intera Italia che collasserà con loro.

Questo Establishment è irresponsabile, e accusa l’avversario di irresponsabilità.

Maurizio Blondet
Centro Servizi Acerra