Terrore in tabaccheria, assalto con fucile e pistole: rapinato l’incasso

By on 2 ottobre 2014

ACERRA – Terrore in tabaccheria, assalto con fucile e pistole: rapinato l’incasso. E’ quanto è avvento l’altro giorno in pieno centro cittadino, intorno all’orario di chiusura: in tre fanno irruzione nel negozio e armati di tutto punto depredano il titolare di 3mila euro.

Sul fatto indaga la polizia. Mancano pochi minuti alle otto ed il proprietario della tabaccheria di via Annunziata, centro storico di Acerra, si appresta a terminare un’altra sua giornata lavorativa. La chiusura oramai è alle porte, ma tutto d’un tratto accade qualcosa che difficilmente riuscirà a dimenticare. Un terzetto di giovani fa irruzione all’improvviso nel locale: i ragazzi hanno un forte accento napoletano ed indossano foulard e cappellini che per coprire il volto. Impugnano una pistola, ma uno di loro ha anche un fucile a canne mozze che viene tenuto in una federa da cuscino. Sono decisi a mettere a segno un raid predatorio, il tutto avviene in pochissimi istanti: clienti non ce ne sono, fuori è tutto un susseguirsi di auto che passano come se non stesse accadendo nulla. La gang si prende i soldi e poi scappa via, probabilmente a bordo di due motorini.

Il bottino è di circa 3mila euro. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine: saranno gli agenti del locale commissariato a provare a dare un volto ed un nome agli autori del colpo. Al vaglio degli investigatori l’eventuale presenza di telecamere nella zona che potrebbero dare indicazioni utili alla ricerca della banda. Immediatamente sono scattati posti di blocco e controlli in entrata ed in uscita. Le forze dell’ordine, dunque, stanno dando la caccia al terzetto di ragazzi che ha di nuovo portato il panico per le strade della città. Dalla descrizione dei veicoli usati per la fuga e della corporatura dei tre, non è da escludere che possa trattarsi di personaggi che nel recente passato hanno compiuto raid con la stessa modalità d’azione. Nel caso del tabaccaio rapinato, inoltre, l’ipotesi è i malviventi possano aver individuato la vittima sapendo di trovare soldi proprio in quell’orario e di aver atteso solo il momento giusto per colpire. Era da tempo che in citano si registravano accadimenti del genere, dopo un picco di criticità per reati del genere raggiunti molti mesi fa. Alcuni giovani pregiudicati erano stati individuati ed arrestati, le indagini della polizia, ora, sono concentrate per assicurare alla giustizia che sta provando nuovamente a portare il terrore tra i commercianti locali.

Centro Servizi Acerra