Preso Antonio Barone, detto l’elettrauto: era latitante da ottobre

By on 7 marzo 2014

CASALNUOVO – I carabinieri hanno catturato a Lago Patria Antonio Barone di 42 anni, detto “l’elettrauto”, residente a Casalnuovo, elemento di spicco del gruppo camorristico “Veneruso – Rea”, operante per il controllo degli affari illeciti nel vesuviano.

L’uomo era latitante dall’ottobre 2013 e sfuggiva a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta della direzione distrettuale antimafia partenopea, che lo ritiene il promotore di un’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso.

Il 42enne era il referente a Casalnuovo del citato gruppo criminale e incassava i proventi dell’attività di spaccio di altri 10 indagati all’interno del quartiere di edilizia popolare “219”.

Ii carabinieri hanno fatto irruzione in un appartamento a Lago patria, cogliendolo nel sonno. Arrestata per favoreggiamento personale aggravato la giovane donna che lo ospitava.

Centro Servizi Acerra