Acerra, Covid e fake news: l’annuncio del sindaco Lettieri

By on 12 settembre 2020

Il primo cittadino ha anche scritto all’Asl locale per segnalare diversi disservizi per gli utenti tra mancate risposte telefoniche e ritardi nell’esito dei tamponi.

ACERRA – “I casi di Coronavirus ad Acerra sono 19. Basta fake news”. E’ quanto in sostanza ha spiegato attraverso i suoi canali social il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri dopo le polemiche suscitate a seguito di una nota del Pd ripresa da alcuni organi di stampa. “Abbiamo già messo in conto che in questa fase ci sarebbe stato un aumento dei contagi, ma anche grazie al comportamento dei nostri concittadini i dati di Acerra sono nettamente al di sotto della media regionale”.

Giovedì scorso il Partito Democratico aveva espresso “sconcerto per la mancanza di comunicazione ed informazione da parte delle principali autorità sanitarie, a partire dal sindaco della città” con la locale associazione di Medici che aveva parlato “di un elevato numero di pazienti positivi al Covid” segnalando al contempo alle autorità il grave disagio per i ritardi con cui vengono comunicati gli esiti dei tamponi. I casi oggi ad Acerra sono 19, di cui tutti asintomatici eccetto 3 ricoverati. Un numero facilmente conteggiabile, tuttavia, leggendo il quotidiano bollettino della Regione Campania che per questa seconda ondata di pandemia fornisce tutti i giorni non solo il numero dei contagiati ma anche i luoghi in cui si sono verificati.

“Sono tutti casi da rientro – sottolinea Lettieri – quindi allo stato attuale non c’è contagio territoriale. Buona parte degli asintomatici sono in attesa del tampone di riscontro per cui potrebbero anche essere addirittura già guariti”. Il sindaco ha pure sollecitato l’Asl preoccupato dal fatto che numerosi cittadini di Acerra non trovano risposta dal centralino della locale Asl, senza avere la possibilità di parlare con gli operatori. Nella sua missiva Lettieri ha chiesto ancora maggiore celerità in merito agli esiti dei tamponi, per un corto circuito comunicativo istituzionale che porta inevitabilmente tanti disagi alla collettività. Per un tranquillo inizio di anno scolastico, invece, Lettieri ha già da tempo avviato le procedute per l’acquisto di 60mila mascherine che serviranno proprio alle scuole nella fase iniziale, ai cittadini che si recano negli uffici pubblici, ai cittadini in strada e nei parchi pubblici ed a chi si reca al seggio elettorale. “Da lunedì avremo una pagina sul sito istituzionale dell’ente – l’annuncio del sindaco – in cui verrà aggiornato quotidianamente il numero dei contagiati, così da evitare il diffondersi di fake news”.

Centro Servizi Acerra