L’impegno del Pd per Acerra: una struttura sanitaria di eccellenza per i bambini malati

By on 21 settembre 2022

Incontro al Teatro Italia: i rappresentanti del partito accolgono l’invito d Raffaele Lettieri a legarsi con il territorio.

ACERRA – Una struttura sanitaria di eccellenza per i bambini malati, una nuova casa di comunità e più sicurezza per le abitazioni del rione Gescal: il Pd scende in campo a tutela di Acerra, di Napoli e di tutto il Mezzogiorno. E’ quanto emerso questo pomeriggio nell’incontro pubblico che ha visto una bella ed importante partecipazione di pubblico al Teatro Italia di Acerra. I rappresentanti del Partito Democratico del Collegio hanno risposto in maniera positiva alle richieste ed alle sollecitazioni del presidente del consiglio comunale Raffaele Lettieri, che li ha invitati “a legarsi con il territorio”.

“Noi siamo per una politica di chi si assume le proprie responsabilità quotidiane e che sa scegliere – ha spiegato Lettieri – ma che che soprattutto si differenzia da chi ha fatto e chi continua a fare demagogia in maniera irresponsabile, facendo l’opposizione di loro stessi. Noi che siamo amministratori sappiamo come si fa in maniera responsabile, la demagogia non porta a nulla. Noi scegliamo chi ha la responsabilità di Governo e non di chi vuole rinegoziare i fondi del Pnrr, destinati per il 40% al Sud, che servono per costruire nuove scuole, strade e che servono per la sanità e per la sicurezza. Noi non siamo per l’assistenzialismo. Il 25 settembre, pertanto, è una data importante per il paese perché si traccia la linea politica dell’Italia, che deve rimanere al centro dell’Europa”. “

Una data spartiacque – l’analisi di Raffaele Topo, candidato al plurinominale – perché bisogna scegliere tra chi vuole il bene di Acerra, di Napoli e tutto il Mezzogiorno e chi invece vuole l’autonomia del Nord così come da programma e di chi pensa solo all’assistenzialismo. Il voto al Pd è un voto alle persone che vivono e lavorano in questo territorio”. “A differenza dei miei avversari nel Collegio – ha sottolineato invece Leonardo Impegno, candidato all’uninominale al Senato – che vivono a Roma. Fanno campagna elettorale nella Gescal, ma noi nella Gescal siamo già presenti con l’efficientamento energetico e sismico di 800 alloggi che saranno più sicuri, più vivibili, più degni. Il Pd è l’unico argine all’assitenzialismo del Movimento Cinque Stelle ed al trasferimento dei fondi al Nord della destra. “Destra che vuole togliere i fondi al Mezzogiorno garantendo l’autonomia di Lombardia e Veneto. L’hanno detto e qualora vincano lo faranno nel primo consiglio dei ministri – l’affondo di Piero De Luca, vicecapogruppo dem alla Camera che ha ringraziato Lettieri per l’iniziativa – e che vuole rinegoziare i fondi del Pnrr che tra le tante cose prevede una casa di comunità ad Acerra. Vogliono spaccare l’Italia con la flat tax, per esempio, che taglia a chi ha meno a vantaggio di chi ha di più. Domenica è una battaglia per garantire e tutelare Acerra e tutto il Mezzogiorno”.

Tra le iniziative da realizzare previste per la città spicca quella annunciata dall’onorevole Paolo Siani, fratello del giornalista Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra nel 1985 e candidato al Collegio uninominale ‘Acerra’ alla Camera: “Ci batteremo per Napoli, il Mezzogiorno ed Acerra – l’impegno del pediatra partenopeo – con l’apertura di un ambulatorio proprio ad Acerra per le cure dei bambini oncologici, così che le famiglie non debbano per forza spostarsi al Santobono-Pausillipon. E anche un servizio navetta da Acerra per quelle cure più complesse che devono per forza essere effettuate a Napoli”.

Centro Servizi Acerra