Acerra, dal consiglio comunale l’ok al Bilancio in tempi record

By on 29 dicembre 2020

ACERRA – Bilancio approvato in tempi record e via libera all’istituzione dell’Osservatorio sulla criminalità. Sono i principali punti approvati dal consiglio comunale di Acerra riunitosi ieri mattina nell’ultima seduta del 2020. Il documento finanziario di previsione 2021 passa nonostante il termine ordinatorio fosse stabilito al 31 gennaio 2021: “Grazie al lavoro tempestivo di sindaco, giunta e risorse umane dell’ente siamo il primo consiglio comunale a licenziare la sessione finanziaria nei termini – sottolinea il presidente Andrea Piatto – ciò consente di programmare e realizzare gli obiettivi correttamente, di ottenere mutui a condizioni più vantaggiose e migliorare la capacità di reclutamento del nostro Comune”.

Un Bilancio che passa addirittura senza che il Parlamento abbia ancora approvato la Finanziaria 2021 e non è da escludere che si debba ritornare sullo strumento nei prossimi mesi seguendo l’evolversi della pandemia, magari con più risorse per quanto concerne la solidarietà e lo sviluppo. “Pur tra problemi personali di ordine sanitario – aggiunge Piatto – sono state 10 le sedute di consiglio comunale tenute in presenza dalla dichiarazione di emergenza ad oggi: nelle prossime settimane introdurremo le postazioni di voto a distanza e la possibilità del collegamento in videoconferenza, con un sistema che per la prima volta verrà utilizzato in Campania da un Comune della nostra classe demografica. La città deve essere orgogliosa di coloro che, pur nel distinguo tra maggioranza ed opposizione e in piena emergenza sanitaria, non hanno mai abdicato al proprio ruolo di rappresentanti della comunità, esercitando fino in fondo la democrazia rappresentativa per tenere saldamente nelle proprie mani il timone della crisi, almeno per la parte delle proprie competenze e responsabilità”.

“Il consiglio comunale ha approvato un Bilancio senza minimamente prevedere fondi per l’agricoltura, il commercio, l’ambiente, le partite Iva, sostegno alla didattica a distanza, rafforzamento dei servizi sociali – la critica che invece arriva da Raffaele Barbato di Fratelli d’Italia – a questo punto è lecito chiedersi in che modo si intende spendere il fondo, anche cospicuo, costituito per l’emergenza Covid”. In aula ieri si è discusso anche del raid incendiario contro le auto dei vigili urbani: maggioranza ed opposizione concordi sul rilanciare l’istituzione di un Osservatorio sulla criminalità.

Centro Servizi Acerra