Covid, ad Acerra superati i 400 contagi. Il Pd: avviare massiccia campagna di tamponi

By on 29 ottobre 2020

I dati dell’Asl, che da oggi fornisce un report quotidiano. Da domani cimiteri chiusi.

ACERRA – Il Covid fa paura e i contagi salgono: aumentano i controlli ed arriva l’invito del sindaco Lettieri a limitare le uscite non necessarie. E’ salito a 407 il numero dei positivi al Coronavirus nella città di Acerra, dove resta una situazione di disagio dovuta al ritardo della trasmissione dei dati da parte dell’Asl oltre alle lunghe attese sia per l’effettuazione del tampone che per la comunicazione dell’esito. Il Comune ha disposto un aumento dei controlli che ha portato l’altra sera a sanzionare quattro persone perché sorprese senza mascherina: stavano fumando per strada. Rafforzato il presidio della Polizia Municipale per verificare se ci sono persone che violano gli obblighi dalla quarantena e se c’è qualcuno che non rispetta il divieto di spostamenti sul territori a partire dalle 23.

“Serve senso di responsabilità – sottolinea il sindaco Raffaele Lettieri – l’unica cura che conosciamo è indossare la mascherina e mantenere il distanziamento fisico, limitando le uscite non necessarie”.

Dal Partito Democratico, intanto, arriva tutta un serie di proposte per fronteggiare l’emergenza Covid e ogni possibile focolaio: tra queste una campagna significativa e consistente di tamponi su indicazione dei medici di famiglia anche con la collaborazione della Protezione Civile e il supporto logistico del Comune di Acerra che dovrebbe rendere disponibili spazi e strutture pubbliche, con l’ente che dovrebbe farsi carico di sostenere parte dei costi per i test presso le strutture private autorizzate. Il capogruppo Paola Montesarchio, inoltre, ha chiesto anche di valutare la sospensione del mercato settimanale. Per provare a fronteggiare l’emergenza Covid il sindaco ha disposto la chiusura del cimitero da domani venerdì 30 ottobre fino al 2 novembre.

Centro Servizi Acerra