Uso terapeutico dei cannabinoidi, i consigli tecnici di Zamnesia

By on 16 ottobre 2020

Come decotto o sotto forma di olio, in alcuni casi la somministrazione dei cannabinoidi è più indicata per via orale. In altri casi è richiesta la somministrazione per via inalatoria mediante l’ausilio di strumentazione specifica. La breve guida alla scelta del vaporizzatore di https://www.zamnesia.net/it/ può essere un ausilio per l’uso terapeutico consapevole.

Cannabis: in quali casi l’uso è consentito

Con l’introduzione della cannabis medicinale, l’Italia si è adeguata all’uso degli effetti curativi della pianta. L’uso della Cannabis FM-2, varietà di produzione italiana e rispondente alla normativa medica europea, è autorizzato dall’AIFA, dall’Organismo statale per la cannabis e dal Ministero della Salute. I principi attivi consentiti comprendono una percentuale di THC del 5-8% e di CBD del 7,5-12%: se il primo principio ha maggiori effetti psicotropi, il secondo vanta numerose proprietà benefiche quale modulatore del sistema endocannabinoide, antinfiammatorio, analgesico, antiemetico, ansiolitico, antipsicotico, neuroprotettivo ed anche antiossidante. Il trattamento necessita di una stretta prescrizione medica ed è impiegato ad esempio nel paziente oncologico, come supporto ad alcune terapie per l’HIV, nelle malattie reumatiche e nelle neuropatie.

La somministrazione inalatoria: scegliere il vaporizzatore più adatto

Di vari modelli e dalle caratteristiche molteplici, questi strumenti consentono il riscaldamento del principio della pianta sino alla temperatura ideale per consentire il rilascio dei principi curativi. L’uso del vaporizzatore evita la combustione della componente vegetale pertanto non si formano prodotti che arrecano danno alla salute. La vaporizzazione consente inoltre la conservazione dei principi attivi quindi ciò riduce la dose necessaria per ottenere l’effetto terapeutico dalla somministrazione dei cannabinoidi. Lo strumento è particolarmente indicato nella modalità di somministrazione inalatoria secondo strette indicazioni mediche. Scegliere la tecnologia più adatta può essere fondamentale al fine di trarre il maggior vantaggio possibile dalla terapia. Ecco alcune preziose indicazioni a tal riguardo.

Modelli fissi o portatili, quali preferire?

Ottimo metodo per evitare l’effetto cancerogeno da parte delle sostanze di combustione, entrambe le soluzioni sono comparabili in termini di sicurezza nell’utilizzo. I modelli presenti sul mercato sono talmente vari che spesso la scelta può costituire un problema. Optare per i modelli fissi consente di ottenere un prodotto più performante e regolabile rispetto ad un modello portatile. Qualitativamente ottima, questa soluzione tecnologica più si addice alle terapie ad alto dosaggio. L’utilizzo delle soluzioni compatte ha invece il vantaggio della trasportabilità. Basati su design discreti, questi strumenti garantiscono gli effetti benefici della terapia soprattutto quando i dosaggi necessari sono più bassi. Perfettamente regolabili, il funzionamento a batteria garantisce il massimo della praticità.

La manutenzione e i pezzi di ricambio necessari

L’uso del vaporizzatore di zamnesia necessita una particolare attenzione nella fase di pulizia delle componenti ed una costante manutenzione al fine di garantire il controllo perfetto delle temperature ed evitare le reazioni di combustione in grado di arrecare danno alla salute. La pulizia delle componenti può avvenire in modo rapido mediante l’utilizzo di bastoncini cotonati a base alcolica per garantire l’igiene ottimale dello strumento. Il corretto funzionamento necessita la periodica manutenzione delle valvole al fine di garantire l’idonea estrazione dei principi attivi. A tal fine è necessario anche assicurarsi che il sistema di filtraggio sia sempre pulito e idoneo e, qualora non lo fosse, si deve provvedere alla sostituzione dei filtri. Nei modelli con bocchino e tubo flessibile anche queste componenti vanno controllate e sostituite periodicamente per garantire un utilizzo sicuro ed un beneficio tangibile.

Centro Servizi Acerra