Blitz anticrimine dei carabinieri, sequestrato mezzo chilo di ‘erba’

By on 22 giugno 2020

Un’operazione che ha interessato diversi comuni tra Acerra, Marigliano, Castello di Cisterna e Sant’Anastasia.

ACERRA – Blitz anticrimine dei carabinieri, sequestri e denunce. E’ quanto risulta dopo l’operazione messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, diretti dal capitano Marco Califano. Nel rione Madonnelle di Acerra i militari della locale stazione, coordinati dal comandante Giovanni Caccavale, hanno rinvenuto nei locali condominiali 576 grammi di marijuana.

A Castello di Cisterna, invece, denunciato per detenzione di droga a fini di spaccio un 39enne di Pomigliano che mentre passeggiava per le vie cittadine è stato controllato. Perquisito, è stato trovato in possesso di 5 dosi di cocaina già pronte per la vendita. Rinvenuta e sequestrata anche la somma contante di 210 euro provento del reato. Denunciato per evasione dai domiciliari anche un 43enne di Brusciano che – nonostante la misura in atto – aveva pensato bene di passeggiare tra le vie di Castello di Cisterna. Peccato per lui che i carabinieri lo abbiano riconosciuto e fermato. L’uomo è stato sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari. Nei locali condominiali di alcune palazzine del complesso popolare ex legge 219, la cosiddetta ‘Cisternina’ sequestrati 364 grammi di marjuana, 102 grammi di crack, 20 dosi di cocaina e vario materiale per il confezionamento. Durante i controlli i militari hanno segnalato alla prefettura 6 persone quali assuntori di sostanza stupefacente.

A Sant’Anastasia i carabinieri della locale stazione, invece, diretti dal comandante Biagio Cannone, hanno denunciato un pusher 35enne del posto. L’uomo è stato trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente ma anche di un bilancino di precisione e del materiale per il confezionamento: quanto basta per essere deferito. Trasportavano in auto rispettivamente 21 e 10 chili di bobine di rame due persone, un moldavo ed un ucraino, finiti nei guai per ricettazione. Materiale verosimilmente oggetto di furto la cui origine è al vaglio dei militari. Due pregiudicati di Marigliano, invece, sono stati denunciati per detenzione illegale di tabacchi e lavorati esteri. Nelle loro disponibilità 239 pacchetti di ‘bionde’ privi del timbro del Monopolio di Stato.

I servizi continueranno anche nei prossimi giorni

Centro Servizi Acerra