Truffa un’anziana e le spilla 4mila euro, 26enne arrestato

By on 23 maggio 2020

Il ragazzo di Acerra bloccato dai carabinieri dopo aver messo a segno il raggiro nel quartiere napoletano di Posillipo.

ACERRA – Truffa una 80enne facendosi dare oltre 4mila euro in cambio di un vecchio libro: 26enne arrestato dai carabinieri, giovedì aveva appena truffato una donna di Posillipo spillandole 4100 euro. L’aveva contattata e spacciandosi per il nipote le aveva chiesto di consegnare ad un corriere il denaro in cambio di un pacco. In giornata l’avrebbe raggiunta e le avrebbe restituito la somma anticipata.
Il finto “nipote” e “corriere” – Pasquale Cantice, 26enne di Acerra – è stato però fermato e controllato in cia Manzoni da una pattuglia della Compagnia Vomero, impegnata in un vasto servizio di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale di Napoli: nelle  sue tasche l’intera somma di denaro.

Grazie ad una rapida attività d’indagine, supportata anche dalle dichiarazioni rilasciate in denuncia dall’anziana, i carabinieri del Nucleo Operativo del Vomero e quelli della stazione di Posillipo hanno accertato che il denaro fosse provento della truffa appena consumata.
Il 26enne si è finto suo nipote e in una telefonata ha chiesto alla donna di accettare un pacco ordinato giorni prima sul web. Al corriere – ha continuato nella sua farsa – avrebbe dovuto consegnare la somma di 4100 euro quale prezzo dell’oggetto acquistato. Cadendo nel tranello, la vittima ha accolto il finto corriere, ricevuto il pacco e consegnato la somma.

Nella confezione solo un vecchio volume di un’enciclopedia medica. Il 26enne – arrestato per truffa aggravata – è stato tradotto al carcere di Poggioreale. Il denaro è stato restituito alla vittima. Questa mattina, invece, all’esito della convalida dell’arresto, il giovane è stato scarcerato e trasferito ai domiciliari. Davanti al gip del tribunale di Napoli ha ammesso i fatti a lui contestati.

Centro Servizi Acerra