“Questo episodio non mi scoraggia, continuerò a lavorare per migliorare Acerra”

By on 3 gennaio 2020

Le parole del sindaco Raffaele Lettieri dopo l’aggressione subita lo scorso 31 dicembre in zona Ferrovia.

ACERRA – “Questo episodio non mi scoraggia affatto dal perseguire il sogno intrapreso di continuare a migliorare la città, che a volte, per colpa di qualche persona, subisce negativamente”. Sono le parole del sindaco Raffaele Lettieri, che nonostante lo choc per l’aggressione subita la sera del 31 dicembre è intenzionato ad andare avanti per la sua strada. Una vicenda nata per motivi personali – una banale questione legata al parcheggio della sua auto – e poi sfociata in odio politico. Una volta riconosciuto, infatti, le invettive dal piano personale sono passate a quello professionale. Una violenza inaspettata da parte di un concittadino scaturita da motivi di viabilità.

Il sindaco, infatti, in compagnia della moglie, era appena uscito da un’abitazione di via Bordiga, zona Ferrovia, dove era andato a fare visita ad una famiglia di amici. Uscendo è nata la discussione con un uomo lì residente e dalle parole si è passati ai fatti: il primo cittadino è stato colpito e si è portato successivamente al pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori dove è stato refertato con una prognosi di tre giorni. La denuncia-querela verrà presentata questa mattina presso il locale commissariato di polizia e dal deposito dell’atto comincerà l’iter per l’identificazione del responsabile.

“Ho espresso istituzionale e personale vicinanza al sindaco per questa grave aggressione – ha sottolineato il presidente del consiglio comunale di Acerra Andrea Piatto – è stata l’occasione per condividere i temi che verranno trattati nella prossima conferenza dei capigruppo consiliari (Puc ed altro) che ho già provveduto a convocare per la settimana prossima. A dimostrazione che questa gratuita ed ingiustificata violenza non rallenterà il suo e il nostro lavoro per la città. Messaggi di solidarietà a Lettieri sono arrivati anche dal Vescovo di Acerra Antonio Di Donna e dal sindaco di Casoria Raffaele Bene.

Centro Servizi Acerra