Il Pd di Acerra torna all’antico, Siracusa eletto segretario

By on 3 dicembre 2019

Lo ha scelto al’unanimità il ‘nuovo’ gruppo dirigente del partito in cui figurano volti ben noti dello scenario politico locale. 

ACERRA – E’ Carmine Siracusa (nella foto) il nuovo segretario cittadino del Pd. Lo ha scelto al’unanimità il ‘nuovo’ gruppo dirigente del partito in cui figurano volti ben noti dello scenario politico locale. Lo stesso Siracusa ha ricoperto la carica di assessore ed è stato candidato sindaco nel 2004 per il Pds (alleato con il Nuovo Psi e i Comunisti Italiani) entrando sia in quel consiglio comunale che in quello del 2009, dove fu eletto nel Pd a supporto di Tommaso Esposito, poi caduto sotto i colpi del ‘fuoco amico di partito’.

Il direttivo risulta composto da ben 25 persone, tra cui i consiglieri comunali Paola Montesarchio – che cede la guida della segreteria – e Giuseppe Benito Soriano.

“Saremo poco ‘social’ e più presenti tra la gente – le prime parole del neo capo politico Dem – il nostro campo è  sempre lo stesso: un campo largo, progressista e di centrosinistra e che sappia  interagire e contaminarsi con le formazioni autenticamente civiche del territorio. Sono stati, e lo sono ancora, anni complicatissimi per il Pd, a livello nazionale e a livello locale dove peraltro siamo rimasti senza la sede storica di piazza Castello. Ognuno può ‘leggere’ il mio  intervento in Congresso come vuole. Continuità, discontinuità, sono termini vuoti e astratti senza sapere cosa si intende fare e come, soprattutto, sarà svolto. Saranno gli iscritti, i simpatizzanti, le elettrici e gli elettori a dare un giudizio su ciò che sarà fatto, come è giusto che sia. Chi mi conosce sa che non sono per la politica ‘urlata’, sono abituato ad analizzare i problemi e a fare le proposte su cui poi, in città e nel consiglio comunale, si fanno le opportune iniziative finalizzate ad essere recepite. La militanza e l’organizzazione sono un aspetto importante ma non risolutivo se non parli e guardi negli occhi i tuoi interlocutori e se a loro non manifesti le tue idee e i tuoi progetti per risolvere i problemi. Ho avvertito con dolore, dopo tantissimi anni, le assenze di Titina Verone e Giovanni Colantuono. Con loro ho condiviso una lunga stagione politica e amministrativa e uno straordinario rapporto umano e sono certo che avrebbero dato il loro notevolissimo contributo al dibattito e alle cose da fare. Il Partito Democratico saprà degnamente ricordarli a breve. Un ringraziamento particolare a Paola Montesarchio che, senza nessuna militanza o esperienza politica alle spalle, ha saputo essere un valido punto di riferimento dentro e fuori il Partito e da due anni e mezzo anche in Consiglio Comunale, accompagnando il circolo al Congresso e individuando la mia persona per ricoprire il ruolo di segretario. Non era facile né scontato che accadesse”.

Centro Servizi Acerra