Stimolare il pensiero contro violenza e dipendenze, ecco il progetto Generazione Z

By on 18 novembre 2019

Il percorso sviluppato dal Modavi Onlus che ad Acerra ha coinvolto 38 giovani con la Parrocchia di San Pietro.

ACERRA – Lo scorso 15 Novembre si è tenuto con un dibattito, presso la Parrocchia San Pietro Apostolo in Acerra, lo step conclusivo della tappa della provincia di Napoli del progetto Generazione Z tour. Il progetto, finanziato dal Ministero delle Politiche Sociali e del Lavoro e sviluppato dal Modavi ONLUS, è in corso in tredici città italiane ed ha lo scopo di sensibilizzare  i giovani sui temi delle dipendenze, abusi, violenze e discriminazioni.

In queste settimane ad Acerra è stato fatto un ampio lavoro di sinergia tra il Modavi e la parrocchia San Pietro che ha coinvolto 38 giovanissimi del quartiere. Il progetto prevedeva uno sviluppo moderno e coinvolgente con lavori di gruppo, attività dinamiche e stimolazione del pensiero autonomo e del confronto collettivo. Alla tavola rotonda coinvolte diverse personalità provenienti dai diversi ambiti della società civile: dal sacerdote don Raffaele Di Nardo, al dirigente scolastico Giovanni La Montagna, fino allo psicoterapeuta e scrittore Pasquale Riccardi, ed il membro dell’osservatorio regionale sulla vita detentiva Dea Demian Pisano. Al termine il saluto istituzionale del sindaco di Acerra Raffaele Lettieri.

Soddisfazione del coordinatore locale del progetto, e membro del Modavi ONLUS, Vincenzo Riemma: “Sono state settimane molto costruttive, ed è sempre stimolante dialogare con i giovanissimi che rappresentano la speranza della città. Questo progetto ha avuto una finalità davvero importante che è stata colta. La via Maestra è sapersi unire per fare comunità, e il saper creare sinergie che portino valore aggiunto. Si può fare, e continueremo a costruire senza sosta”.

Centro Servizi Acerra