Puc, Piatto: “Su alcuni aspetti nessuno ha mai proposto soluzioni alternative”

By on 20 giugno 2019

La replica del presidente del consiglio comunale ai rilievi dell Diocesi che ha parlato del piano come “un sacco della città”.

ACERRA – La Diocesi di Acerra presenterà le sue osservazioni sul Puc. E’ quanto emerso nel primo di una serie di incontri annunciati dal vescovo Antonio Di Donna e dalla Consulta Diocesana che l’altra sera sono usciti allo scoperto rivendicando un proprio ruolo da protagonisti nelle scelte della cosa pubblica. L’iniziativa rientra nell’ambito della Pastorale, che porterà monsignor Di Donna a visitare tutte le parrocchie della Diocesi fino all’inizio del 2020. Il Vescovo è stato molto critico con l’amministrazione Lettieri, parlando di “sacco della città, senza che sia stata permessa una partecipazione corale sul futuro, con un piano che andrebbe ridisegnato in una visione umanistica”.

“Ho ascoltato, con profondo e convinto interesse, gli interventi all’iniziativa della Chiesa locale sul tema del Piano Urbanistico Comunale – ha sottolineato il presidente del consiglio comunale Andrea Piatto – come anticipato da monsignor Di Donna, entro i termini arriverà l’osservazione formale, quale utile contributo, alla proposta di Puc. D’altronde la fase di ascolto è partita nel 2008 e tutto ció che puó aiutarci a migliorare “la cura della casa comune”, per usare le parole del Papa nella sua enciclica ‘Laudato Sì’, un vero ‘manifesto’ contro la società usa e getta, è benvenuto. Avvenga, però, nella verità, con cultura illuministica documentale.

Dopo aver dovuto chiarire, senza polemica ma per onore della verità, che la previsione su nuovi alloggi è inferiore alla proposta del 2008 (-40%), con lo stesso spirito informo che l’area della scuola Montessori è indicata quale ‘verde pubblico’ già nei piani di recupero degli anni 80/90 ma anche con la possibilità di una dislocazione o riconfigurazione della scuola già nella proposta di Puc del 2008 senza che nessuno mai abbia proposto una soluzione urbanistica alternativa”.

Centro Servizi Acerra