Aggressione alla polizia, condannati fratello e sorella

By on 11 giugno 2019

Pene lievi per la coppia che si era già scusata per il comportamento in sede di convalida.

ACERRA – Aggressione alla polizia, condannati fratello e sorella. E’ quanto ha stabilito il giudice monocratico del tribunale di Nola Arnaldo Merola nei confronti di Mauro ed Elisabetta Tufano, rispettivamente, di Acerra. Al termine del processo celebrato con il rito abbreviato il 35enne rimedia 6 mesi, la 32enne 5 mesi e 10 giorni: si tratta di pene decisamente inferiori rispetto alla richiesta del pubblico ministero in udienza che si era espresso per 1 anno a testa. Accolte, nello specifico, le richieste del loro legale di fiducia, l’avvocato Ciro Bianco. La coppia era già libera sin dopo la convalida dell’arresto, quando il magistrato aveva disposto l’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

I fatti oggetto di questo procedimento risalgono allo scorso aprile l’auto guidata dall’uomo venne fermata nell’ambito di una serie di controlli predisposti per la prevenzione dei reati in vista di Pasqua..Il 35enne era sprovvisto della patente e fu multato, ma cominciò ad assumere un atteggiamento aggressivo che lo portò a rivolgere frasi ingiuriose verso i poliziotti e a spintonarli.

Nel frattempo sul posto arrivò a suo supporto la sorella: la situazione degenerò, tre agenti furono feriti e portati al pronto soccorso e i due fratelli finirono in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Centro Servizi Acerra