Villa Mafalda, la clinica di Roma e gli sviluppi dell’epatologia

By on 5 giugno 2019

Il miglioramento nella cura delle più importanti patologie del fegato, in particolar modo dell’epatite, passa attraverso la prevenzione e l’innovazione: temi importanti per la medicina odierna, e per l’epatologia di oggi, sempre più orientata verso questo approccio. I risultati non si fanno attendere, anche in Campania: la nostra regione spicca all’interno del panorama nazionale per la buona qualità dell’offerta medica in questa disciplina. La sanità campana vanta una percentuale di successo del 98% per quanto riguarda le prese in carico di pazienti di HCV. Il dato è stato discusso proprio in occasione della recente convention ospitata dalla regione e dedicata all’Epatite C: “HCV – L’approccio della Regione Campania nel garantire al paziente l’accesso alle terapie innovative”. La conferenza ha dunque approfondito il tema dell’eradicazione del virus sul territorio e, più in generale, della cura dell’Epatite. Un argomento importante, spesso oggetto delle recensioni e dei consigli della clinica Villa Mafalda di Roma e del suo reparto specializzato. Sebbene la diffusione di questo genere di patologie sia concentrata maggiormente al Sud, il dibattito sul futuro dell’epatologia coinvolge oggi diverse cliniche su tutto lo Stivale. Per capirne il motivo basta dare un’occhiata ai dati più recenti: le ultime rilevazioni, per esempio, indicano come il 30% degli italiani soffrirebbe di fegato grasso, una problematica correlata all’obesità e al diabete, mentre, per quanto riguarda l’Epatite C, oltre 100mila italiani avrebbero inconsapevolmente contratto il virus. Il lavoro divulgativo di Villa Mafalda, che con recensioni rivolte al grande pubblico esplora le diverse tematiche dell’epatologia, pone l’accento sull’importanza della prevenzione e dell’attenzione allo stile di vita da parte del cittadino.

L’importanza dello stile di vita: le recensioni di Villa Mafalda 

Dai calcoli alla cirrosi epatica, le opinioni espresse da Villa Mafalda sono incentrate per lo più sull’importanza dell’attenzione del paziente e della prevenzione di queste problematiche al fegato. Molte patologie hanno infatti origine in una dieta o uno stile di vita poco equilibrati. Un esempio è quello dei calcoli biliari che, come indicato dalla clinica di Roma, possono essere causati da digiuni, dimagrimenti repentini, scarso apporto idrico, e sedentarietà. Altra condizione altamente impattante è quella della cirrosi epatica, nella grande maggioranza dei casi dovuta all’eccessivo consumo di bevande alcoliche nel tempo, che in una decina d’anni può portare a una degenerazione irreversibile del fegato. In ogni caso, nelle sue recensioni, Villa Mafalda non esclude l’insorgere della cirrosi epatica anche in soggetti che non hanno fatto consumo di alcool: è il caso di forme di cirrosi legate a obesità, diabete e ipercolesterolemia.

Le conseguenze delle patologie epatiche secondo i commenti di Villa Mafalda

Secondo le opinioni degli epatologi, le conseguenze delle disfunzioni del fegato sono le più diverse: si passa dall’incapacità della ghiandola di processare correttamente gli alimenti fino al maggior rischio di contrarre ulteriori patologie. Non è poi raro che queste si manifestino anche attraverso i sintomi più diversi: Un classico esempio è quello di disturbi alla vista comuni, come miopia e secchezza oculare, descritti nelle recensioni del reparto oculistico della casa di cura VillaMafalda AktiVision, spesso dovuti proprio allo stato del sangue e alla salute del fegato. Non per nulla, e si tratta di un’opinione evidenziata anche da AktiVision (qui il sito ufficiale), non si deve escludere che le cause dei problemi alla vista risiedano altrove. Prevenzione e attenzione da parte del cittadino restano dunque punti essenziali nell’epatologia moderna: unite all’attenzione agli sviluppi tecnologici e alla ricerca scientifica, Come mostrato dal primato campano, sono la chiave per offrire un servizio sanitario di alta qualità capace di vantare risultati positivi e donare ottime prospettive di guarigione ai pazienti.

Centro Servizi Acerra