Mancata bonifica del campo rom sgomberato, il M5S: “Sequestrare l’area”

By on 30 maggio 2019

E’ il contenuto della denuncia presentata in Procura da alcuni attivisti del Movimento.

ACERRA – Nessuna bonifica del campo, rom, il M5S: sequestrare l’area. E’ quanto chiede un gruppo di attivisti del Movimento 5 Stelle di Acerra che ha presentato una denuncia per ‘attentato alla salute pubblica’ per la mancata bonifica e messa in sicurezza dell’ex campo rom in località Candelara dove, secondo i querelanti, vi sarebbero stoccati rifiuti contenenti amianto. Al contempo viene chiesto il sequestro preventivo dell’area. Secondo i pentastellati, nell’ex campo Rom, sgomberato nei mesi scorsi dal Comune, dopo le operazioni di rimozione di parte dei rifiuti non sarebbero stati messi in sicurezza altri rifiuti contenenti amianto.

“Abbiamo presentato diversi esposti in merito alla questione – ha affermato Alessandro Cannavacciuolo, uno degli attivisti del partito – anche in forza di un sopralluogo effettuato dal dipartimento di prevenzione servizio di igiene pubblica dell’Asl Na 2, che ipotizzava la presenza di amianto. Ma visto che le nostre richieste erano rimaste inascoltate il 20 maggio abbiamo dato mandato ad una società di effettuare le analisi per l’individuazione di eventuale presenza di amianto su campioni di rifiuti prelevati nel sito, che hanno dato esito positivo.

Per questo chiediamo il sequestro preventivo dell’area, la predisposizione di accertamenti da parte dell’Arpac e dell’Asl per confermare la presenza di amianto e scongiurare rischi per la salute pubblica, oltre ad accertamenti finalizzati alla possibile contaminazione della falda acquifera superficiale”.

Centro Servizi Acerra