Forza Italia, si dimette il commissario cittadino

By on 5 marzo 2019

Salvatore Buonincontro lascia l’incarico non senza polemiche: episodio chiave nell’ultimo ‘no’ alla firma del partito su un manifesto contro l’attuale amministrazione comunale di Acerra.

ACERRA – Forza Italia, lascia il commissario cittadino. Si dimette non senza polemiche Salvatore Buonincontro, che aveva ricevuto l’incarico lo scorso maggio dal coordinatore provinciale del partito, l’onorevole Antonio Pentangelo. Il deputato, in sostanza, l’aveva già sfiduciato a fine gennaio quando Forza Italia ‘firmò’ un manifesto insieme a Lega e Fratelli d’Italia senza aver effettuato il passaggio con i vertici napoletani forzisti. “Questo è quanto succede agli uomini liberi – la dura accusa di Buonincontro – in un paese democratico, quando uomini liberi fanno delle scelte, che sono nell’interesse comune, ma vanno contro corrente Questi devono essere rimossi perché danno fastidio. Però come in ogni cosa c’è il rovescio della medaglia”.

Buonincontro si dimette perché dai dirigenti sovracomunali è arrivato un altro ‘no’ a porre il simbolo sotto un altro manifesto di opposizione all’attuale amministrazione di Acerra per invitare i cittadini ad una sana e costruttiva opposizione politica contro l’attuale maggioranza.

“Io non ci sto – tuona l’oramai ex commissario – sono e resterò libero di fare le mie scelte, io non baratto i miei principi, la mia onestà intellettuale, la mia coscienza civile. Io non ci sto alla mancanza di autonomia di determinare la linea politica del partito a livello locale. Io non ho nè padroni nè padrini. Io non ci sto ai compromessi, non vivo di politica nè ho bisogno della politica per vivere, continuo ancora ad intendere la politica al servizio dei cittadini e non i cittadini al servizio della politica. Costatata l’impossibilità di svolgere il mandato di commissario, per l’assenza di autonomia nel determinare la linea politica locale, comunico le mie dimissioni da commissario cittadino e mi auguro che il mio successore, nominato dai vertici provinciali e regionali di Forza Italia, sia una figura lontana dagli inciuci e beghe locali, avendo a cuore solo gli interessi della nostra amata Acerra”.

Centro Servizi Acerra