Se ne va un pezzo di storia di Acerra, addio a Titina Verone

By on 8 febbraio 2019

Icona di una politica moderata e gentile, è stato il primo sindaco eletto direttamente dai cittadini.

ACERRA – E’ stato il primo sindaco eletto direttamente dai cittadini: ieri sera, purtroppo, dopo mesi di dura battaglia contro la malattia, è scomparsa Immacolata Verone (nella foto di Tablò), per tutti Titina. A 69 anni lascia il marito, il noto e stimato medico Giovanni Addeo, la sua adorata figlia e due splendidi nipoti. Fascia tricolore dal 1995 al 1999 è stato il primo sindaco di Acerra donna e ad elezione diretta, espressione della società civile.

Venne candidata anche nel 2004 ma dovette cedere al ballottaggio. Ha ricoperto diverse volte anche le cariche di assessore e consigliere comunale: da insegnante ha portato in politica la sua passione proveniente da anni di esperienza nell’associazionismo e nel volontariato e che nel tempo ha messo a disposizione della comunità acerrana sempre con senso del dovere e grande dignità. Di lei si ricorda, tra gli altri, il grande impegno a favore dell’Unicef.

Sin dalle prime ore successive al suo decesso sono numerosi i messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia da parte delle istituzioni civili, ecclesiastiche e politiche non solo locali. I funerali di Titina Verone si svolgeranno domani mattina sabato 9 febbraio nella Cattedrale di Acerra.

A tutta la famiglia Addeo le più sentite condoglianze dell’editore e di tutta la redazione de Il Gazzettino Locale

(per la foto si ringrazia il Giornale Tablò)

 

Centro Servizi Acerra