“Sedie e tavolini all’aperto, aiutiamo i commercianti”

By on 21 settembre 2018

E’ la richiesta del capogruppo del Pd Paola Montesarchio alla IV Commissione consiliare.

“Cambiamo il regolamento per aiutare i commercianti. Allarghiamo la possibilità di utilizzare tavolini e sedie all’aperto in uno spazio ben delimitato, togliamo le discriminazioni territoriali”. E’ quanto propone il capogruppo del Pd al consiglio comunale di Acerra Paola Montesarchio nella richiesta di convocazione della IV commIssione consiliare.

“Confido nella sensibiita’ del Presidente di commissione Giulio Stompanato e faccio appello al Sindaco e all’assessore al ramo affinche’ si apra una discussione volta a risolvere situazioni che, con il passar dei giorni, rischiano di rivelarsi sempre piu’ un problema per la situazione lavorativa di alcuni commercianti e relativi dipendenti.

Gli esercizi commerciali di piazza Castello subiscono un regolamento che impone di utilizzare tavolini e sedie all’interno di dehors chiusi e notevolmente costosi. Sarebbe certamente un gesto di buon senso quello di eliminare questo vincolo, consentendo a questi locali di avere più possibilità di lavorare senza sobbarcarsi di ingenti spese.

Inoltre, ed è un fattore determinante, sedie e tavoli alla chiusura dei locali vengono riportati all’interno, a differenza dei dehors che finiscono per “ingombrare” la piazza anche durante iniziative pubbliche. Ulteriormente rilevanti sono quegli aspetti di socialità e servizio che connessi alla capacità imprenditoriale hanno portato, negli ultimi anni, a far rivivere il centro cittadino; sotto tale profilo le limitazioni imposte dal regolamento comporteranno una dislocazione delle attività fuori dalla città. La modifica del regolamento, sarebbe dunque un incentivo in più per favorire l’economia e offrire la possibilità di un incremento lavorativo e di nuovi investimenti. L’organo cittadino governante, nell’avere a cuore il bene cittadino, dovra’ necessariamente tener conto delle esigenze della categoria degli esercenti che con le loro creatività offrono un servizio alla cittadinanza tutta”.

Centro Servizi Acerra