Manda video alla moglie: “Mi suicido”. Salvato dalla polizia

By on 11 luglio 2018

L’intervento tempestivo degli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. Acerra, ha evitato il peggio.

ACERRA – Nel primo pomeriggio  di ieri,  al 113 è arrivata una richiesta di aiuto per una persona che stava per suicidarsi. La chiamata è stata fatta da una donna che riferiva di aver ricevuto un video del marito, 44enne,  dal quale si stava separando, sebbene in maniera consensuale, nel quale l’uomo si preparava a commettere l’insano gesto di impiccarsi.

L’intervento tempestivo degli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. Acerra, diretti dal vicequestore Antonio Galante, ha evitato il peggio. Quando gli agenti sono giunto all’indirizzo segnalato nessuno rispondeva in casa e non era possibile accedere all’appartamento perché la porta blindata aveva le chiavi inserite nella serratura dall’interno,  per cui si rendeva necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Giunti anche i vigili, un agente della Polizia di Stato è salito sulla scala dei vigili fino al  terzo piano , dove c’era una  finestra aperta,  dalla quale, l’audace poliziotto è riuscito ad accedere nell’appartamento trovando l’uomo appeso per il collo ad un filo dell’antenna , privo di sensi.

Senza perdersi d’animo,  lo ha liberato dal cappio e,  in attesa che i vigili del fuoco riuscissero a tagliare la porta per consentire l’ingresso dei soccorritori del 118 ha iniziato le prime manovre di rianimazione all’uomo,  sottoponendolo a cicli di massaggio cardiaco,  senza demordere, avendo ragione del suo intervento perché l’uomo dopo poco ha ripreso a respirare quasi regolarmente. Intanto la porta è stata aperta i sanitari sono entrati in casa perfezionando  l’intervento del poliziotto e poi , dopo aver stabilizzato il respiro,  lo hanno ricoverato presso  il vicino nosocomio, dove l’uomo ha dichiarato di aver tentato il suicidio per motivi sentimentali.

Centro Servizi Acerra