‘Scooter selvaggio’, multe a raffica per chi guida senza casco

By on 6 giugno 2018

I controlli della polizia su tutto il perimetro urbano di Acerra.

ACERRA – ‘Scooter selvaggio’, controlli della polizia: fioccano le multe. E’ quanto risulta dopo l’intensificarsi dell’attività degli agenti del locale commissariato di polizia, diretti dal vicequestore Antonio Galante, soprattutto nel centro storico di Acerra. Il servizio si è concentrato in particolare modo contro la guida dei motorini da parte di giovani che ancora si ostinano a non indossare il casco. Nel corso della settimana personale in divisa ha elevato diversi verbali a giovani centauri sprovvisti dei documenti o del casco: oltre cinquanta i ciclomotori ‘fermati’ ed i rispettivi conducenti sanzionati.

L’attività della polizia si è poi intensificata nel fine settimana con pattuglie anche in borghese in orario serale, dopo le otto, con controlli e posti di blocco anche nella centralissima piazza Castello. Un ulteriore impulso delle forze dell’ordine per l’attività di controllo, con i posti di blocco che saranno effettuati anche nelle prossime giornate, riservando la massima attenzione alla zona del centro storico, soprattutto per limitare il fenomeno della guida selvaggia da parte dei più giovani durante il week end.

Il presidio del territorio della polizia è stato affiancato da quelli dei vigili urbani in materia di deposito illegale dei rifiuti: decine i cittadini multati, tra cui è emersa anche una donna attivista dei comitati ambientalisti locali. Nel corso di questi accertamenti sono state ‘beccate’ diverse persone nel centro storico che dall’auto o a piedi depositavano irregolarmente per strada il sacchetto. Questi soggetti, insieme a quelli sorpresi dalle ‘fototrappola’, saranno controllati anche sul regolare pagamento dei tributi locali, a cominciare proprio dalla Tarsu. Il personale della Municipale e gli addetti della ditta che si occupa del servizio di igiene urbana – la Tekra – hanno aperto le buste trovando all’interno della corrispondenza che ha consentito di rintracciare i responsabili della mancata divisione del pattume.

Centro Servizi Acerra