Duplice raid ad Acerra, rapinati un passante e un centauro

By on 6 giugno 2018

In azione una coppia di banditi armati di pistola: ad uno sottratti soldi e cellulare, all’altro lo scooter. E ad Arzano consigliere depredato dell’orologio e malmenato.

ACERRA – Duplice raid in pieno centro, rapinati un passante ed un centauro. E’ quanto risulta dope i colpi avvenuti nel fine settimana quando in sequenza due cittadini del posto sono stati depredati uno di soldi e cellulare, l’altro del motorino. I fatti sono avvenuti di pomeriggio e di sera: nel primo caso una persona appiedata è stata sorpresa da due ragazzi che a bordo di uno scooter ed armati di pistola gli hanno intimato di consegnargli tutto quanto in suo possesso. Qualche decina di euro e lo smartphone il bottino del colpo. La sera dopo, in pieno centro cittadino, una coppia ha aggredito un uomo sullo scooter: anche in questo caso la vittima è stata seguita fino a che non è stata costretta sotto la minaccia della pistola a cedere il motorino.

Su entrambi i fatti indagano gli agenti del locale commissariato di polizia, diretti dal vicequestore Antonio Galante. Proprio in virtù di questa nuova impennata di fenomeni predatori che la polizia ha predisposto posti di blocco a caccia dello scooter selvaggio: i controlli hanno portato anche al fermo di qualche scooter e ad elevare decine di contravvenzioni per i motociclisti indisciplinati e provi del casco. Due episodi che hanno provocato non poca apprensione tra la popolazione che chiede con insistenza maggiore sicurezza alla luce di questa nuova escalation di fenomeni criminosi.

In una 48 ore alquanto ‘nera’ per questa tipologia di reato, a qualche chilometro da Acerra, per la precisione ad Arzano, un consigliere comunale della città di Pulcinella, è stato depredato del suo prezioso orologio all’interno di una stazione di servizio. Stando a quanto ricostruito il giovane esponente politico stava sistemando una ruota che probabilmente gli stessi aggressori avevano provveduto a sgonfiare, quando è stato sorpreso alle spalle da due banditi i quali sotto la minaccia di un revolver lo hanno costretto a consegnare il cronografo. Lo stesso consigliere, forse per un accenno ad una reazione, è stato colpito al volto dal calcio della pistola. Anche su questo caso indaga la polizia, nello specifico gli uomini dell’Investigativa del commissariato di Secondigliano. Non è da escludere che i malviventi lo abbiano seguito nei suoi spostamenti e che al momento opportuno abbiano deciso di ‘entrare in azione’ sapendo che la vittima si sarebbe dovuta fermare per la precedente manomissione della gomma.

Centro Servizi Acerra