‘Sacchetto selvaggio’, beccata una donna dei comitati ambientalisti

By on 2 giugno 2018

Amministrazione comunale di Acerra e vigili urbani al lavoro contro l’abbandono illecito dei rifiuti.

ACERRA – Amministrazione comunale di Acerra e vigili urbani al lavoro contro l’abbandono illecito dei rifiuti e l’errato conferimento dei rifiuti: tra i multati c’è anche una donna dei comitati ambientalisti. E’ quanto risulta dopo l’ennesima giornata di controlli a partire dalle sei di ieri mattina con il personale della Municipale (che ha operato accompagnato dall’assessore Vincenzo Iorio) che è andato a caccia di trasgressori. La sorpresa è arrivata con la multa ad una donna di Acerra che ha dichiarato di far parte di un comitato ambientalista locale. E’ stata sanzionata perché nei pressi della sua abitazione, prima che la ditta incaricata raccogliesse la frazione prevista nella giornata di ieri, sono stati scoperti rifiuti non differenziati: in pratica nel sacchetto era stato mischiato di tutto. I vigili e gli addetti della ditta che si occupa del servizio di igiene urbana – la Tekra – hanno aperto le buste trovando all’interno della corrispondenza che ha consentito di rintracciare in lei la responsabile della mancata divisione del pattume.

Pare che la donna abbia tentato di giustificarsi e di evitare la contravvenzione di 50 euro chiarendo come lei fosse conoscenza di come si fa correttamente la raccolta dei rifiuti in quanto componente di un comitato ambientalista. Questa giustificazione, però, non le ha permesso assolutamente di evitare la sanzione. Nella stessa giornata, inoltre, sono state multate per l’analogo motivo altre due persone, tutte di Acerra. Prosegue, dunque, il contrasto della Polizia Locale all’abbandono selvaggio dei rifiuti: gli uomini del comando agli ordini del maggiore Felice D’Andrea, in queste sere, si stanno appostando con pattuglie nascoste per ‘beccare’ i trasgressori in flagranza di reato.

Nel corso di questi accertamenti sono state fermate diverse persone nel centro storico che dall’auto o a piedi depositavano irregolarmente per strada il sacchetto. Questi soggetti, insieme a quelli sorpresi dalle ‘fototrappola’, saranno controllati anche sul regolare pagamento dei tributi locali, a cominciare proprio dalla Tarsu.

Centro Servizi Acerra