Emergenza sismica, encomio per gli ingegneri volontari

By on 10 maggio 2018

La cerimonia lunedì per tutti i professionisti dell’ordine di Napoli che si sono distinti per l’impegno post terremoto a Ischia e in Italia Centrale.

Un incontro scientifico di alto livello per approfondire le questioni connesse al rischio sismico, ma anche l’occasione per tributare un doveroso encomio a tutti gli ingegneri iscritti all’Ordine di Napoli che si sono cimentati nella gestione delle delicate fasi post-sisma in Italia Centrale (estate 2016) e ad Ischia (agosto 2017): è questo lo spirito del convegno sul tema“Rischio sismico e ingegneria: gestire l’emergenza, conoscere la storia, guardare al futuro”, organizzato dall’Ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli – presieduto dal Professor Edoardo Cosenza – di concerto con Ipe-Ingegneri per la prevenzione e le emergenze – organizzazione presieduta dall’Ingegner Patrizia Angeli e che vede impegnato come segretario Eduardo Pace, già Vice Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli.

Appuntamento nell’Aula Massimilla del Politecnico Federiciano (Piazzale Tecchio 80, Napoli) dalle ore 14.30 di lunedì 14 maggio. “Sarà un bellissimo evento – commenta il Presidente Edoardo Cosenza – con straordinari relatori. Ed è giusto ringraziare il Dipartimento di Protezione Civile, l’Ipe (Ingegneri per l’Emergenza) e i tanti colleghi Ingegneri di Napoli e Provincia che volontariamente si sono impegnati nelle difficili fasi post sismiche nell’Italia Centrale e ad Ischia. Alla consegna degli attestati di encomio (li riceveranno circa 120 professionisti) prenderanno parte, oltre a Eduardo Pace, anche l’Architetto Filomena Papa e l’Ingegner Angelo Giuseppe Piazza, del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

“In segno di stima, riconoscimento e ringraziamento per il qualificato impegno profuso – recitano gli encomi – . si attesta la partecipazione alle attività tecnico-scientifiche di rilievo dei danni e valutazione di agibilità post-sisma a supporto della Protezione Civile Nazionale”. Dopo l’apertura con i saluti istituzionali del Presidente Cosenza, del Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (Cni) Armando Zambrano e del Rettore dell’Ateneo Federiciano, Professor Gaetano Manfredi, sono previste una serie di relazioni tecnico-scientifiche. Il Professor Mauro Dolce, Direttore Generale del Dipartimento della Protezione Civile affronterà il tema “Rischio sismico, sicurezza strutturale, agibilità post sisma”. L’Ingegner Patrizia Angeli, Presidente dell’Ipe, parlerà della “Gestione tecnica dell’emergenza sismica e verifiche di agibilità – Il contributo degli ingegneri e l’azione di Ipe”. La Professoressa Emanuela Guidoboni, di Eedis-Eventi Estremi e Disastri, centro Euro Mediterraneo di documentazione, terrà una relazione dal titolo “Sicurezza, concetto in evoluzione in una storia di disastri sismici”. Il Professor Iunio Iervolino, docente dell’Università Federico II di Napoli, infine, svolgerà una relazione dal titolo “Da l’Aquila a Casamicciola: quand’è che un terremoto si può definire forte dal punto di vista strutturale?”. Nel corso della manifestazione si terrà la presentazione ufficiale del Portale Ingenio Napoli, con la partecipazione dell’Ingegner Andrea Dari, direttore di Ingenio e del Consigliere dell’Ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli, Gennaro Annunziata.

Centro Servizi Acerra