Atto vandalico contro tutta Acerra, distrutte le giostrine di piazzale Renella

By on 13 aprile 2018

I giochi erano stati realizzati da pochissimo ed erano in attesa del collaudo prima di riaprire la piazza alla città.

ACERRA – Gravissimo atto vandalico, distrutte le giostrine del cantiere di piazzale Renella. I giochi per bambini – in attesa di collaudo – erano appena stati realizzati, con la piazza che non è ancora stata consegnata. Un gesto di inaudita violenza contro il bene comune che lascia pensare alla mancanza di amore verso la città di chi si è macchiato di tale episodio. Si attende la relazione dei vigili urbani a seguito della denuncia della ditta per l’ammontare del danno, ma resta l’amarezza di vedere distrutto un qualcosa destinato ai bimbi di Acerra che di qui a poco ne avrebbero usufruito in un contesto – quello del centro storico e delle sue principali piazze – che piano piano sta provando a rinascere grazie anche agli interventi di riqualificazione programmati dall’amministrazione comunale targata Raffaele Lettieri.

Il restyling di piazzale Renella rientra nel piano di riqualificazione dell’area interessata anche dai lavori del Primo Circolo Didattico, la cui ristrutturazione è stata appaltata dal Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania/Molise. Nella palestra della scuola nei giorni scorsi è stato rinvenuto dell’amianto che ha portato il Comune a richiedere l’intervento di una ditta specializzata: i rilievi effettuati dopo la messa in sicurezza, attraverso il campionamento e due monitoraggi sia all’interno che all’esterno del sito, con l’assistenza dall’Asl competente per territorio, hanno determinato l’assenza di fibre asbestosimili nell’aria.

Da pare del Municipio, tuttavia, continueranno tutte le attività e tutte le iniziative a tutela della salute pubblica e dell’ente stesso. Questa mattina, intanto, poco meno di un centinaio di alunni dell’istituto d’arte ‘Munari’ hanno manifestato per l’ambiente con un corteo lungo le strade della città: la loro scuola è adiacente al Primo Circolo e pertanto hanno espresso tutta la loro preoccupazione. Preoccupazione che è terminata quando giovedì mattina hanno incontrato il sindaco che li ha informati di persona sull’esito delle analisi.

 

Centro Servizi Acerra