Di Maio in trionfo tra la sua gente: “Mi ricorderò di voi”

By on 8 marzo 2018

Bagno di folla per l’esponente del Movimento Cinque Stelle nel suo tour tra Acerra, Volla e Pomigliano d’Arco.

ACERRA – Un bagno di folla ha accolto martedì sera ad Acerra Luigi Di Maio, trionfatore di questa tornata elettorale e candidato proprio nel collegio che porta il nome della città di Pulcinella comprensivo pure della sua natia Pomigliano d’Arco. Un collegio considerato strategico dagli addetti ai lavori e che con il suo risultato si è rivelato lo ‘specchio’ di quanto avvenuto nel resto del paese, soprattutto nel Meridione. Di Maio si è voluto ‘consegnare’ anima e corpo ai suoi 18309 elettori, di cui almeno 2mila lo hanno abbracciato, toccato e fotografato in una breve ma intensa serata acerrana, prima tappa del minitour che lo ha visto dirigersi prima a Volla e infine nella sua Pomigliano. Duemila come le preferenze personali ottenute nel voto del 4 marzo, duemila come quelli che ieri sera avrebbero voluto alzarlo in cielo. Nessuna dichiarazione per i numerosi cronisti presenti, né tempo dedicato alle telecamere ed ai flash dei fotografi.

“Sono qui per ringraziare la mia gente” le poche parole proferite al rientro nel monovolume dai vetri scuri e con la doppia striscia gialla, oramai divenuto colore sociale del M5S. E lì a godersi le strette di mano dei giovani, degli anziani, dei professionisti, dei disoccupati. Di tutto l’elettorato pentastellato, insomma, che da queste parti ha sbancato forse al di là delle più rosee previsioni. Prima di scendere dall’auto per consegnarsi al calore ed ai selfie del suo pubblico, Di Maio ha atteso l’ok delle forze dell’ordine, guidate sul posto dal dirigente del locale commissariato, il vicequestore Antonio Galante. L’ora di ritardo rispetto all’appuntamento concordato – in origine le 18 – ha consentito di incrementare notevolmente le presenze in via da Vinci, davanti la sede acerrana del Movimento Cinque Stelle, a due passi dal Castello Baronale. Sebbene l’evento sia stato organizzato soltanto nella serata di lunedì, perfetta si è rivelata la gestione dell’ordine pubblico, nonostante il boom di persone e la location abbastanza angusta.

Di Maio, legato ad Acerra sin dall’adolescenza, vista la provenienza della sua insegnante del liceo, è stato accolto dal consigliere comunale Carmela Auriemma e da Alessandro Cannavacciuolo, storico leader ‘grillino’ locale. “Sono venuto ad Acerra soltanto per ringraziare la mia gente – ha spiegato a chi è riuscito ad avvicinarlo – e per dirgli che non mi dimenticherò di loro”. Parole forti che gli attivisti della prima ora e quelli dell’urna di domenica non dimenticheranno, perché da queste parti ‘Giggino’ è molto più di una speranza. (si ringrazia per la collaborazione la testata Tablò).

fonte foto Il Mattino.it

 

Centro Servizi Acerra