Sorpreso a cedere una dose di cocaina, in trappola

By on 7 febbraio 2018

L’uomo fermato per strada dai carabinieri. Dopo la direttissima disposto l’obbligo di firma in attesa del processo.

ACERRA – Spaccio, 31enne arrestato e scarcerato. E’ quanto risulta dopo l’operazione messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, diretti dal capitano Tommaso Angelone, che hanno bloccato Domenico Migliore, di Acerra. La vicenda risale a domenica sera: sono da poco trascorse le otto quando al termine di un’accurata attività infoinvestigativa i militari dell’Arma si mettono sulle tracce del giovane sul quale c’è più di un sospetto che possa aver messo n piedi un piccolo smercio al dettaglio di droga. Viene seguito in tutti  suoi spostamenti fin quando non viene visto cedere una dosa di cocaina ad un acquirente.

Fermato nell’immediatezza dei fatti, l’uomo vene arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Ieri mattina, poi, all’esito dell’udienza di convalida per direttissima, il giudice monocratico del tribunale di Nola Roberta De Luca ha disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria in attesa del processo che avrà inizio con rito alternativo la settimana prossima. Accolte, nello specifico, le richieste del suo legale di fiducia, l’avvocato Elisabetta Montano.

Prosegue, dunque, il buon controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine impegnate nell’area a nord di Napoli, dove sono sorgono sempre più numerose le piazze di droga. Ad Acerra, in particolare, risultano attive numerose ‘cellule’ di pusher organici ai cartelli che controllano questo business. Ognuno con ruoli precisi per una domanda sempre più crescente che desta non poche preoccupazioni sia tra le forze dell’ordine che tra gli operatori sociali. Sull’attività di controllo in merito a tale fenomeno l’attenzione resta particolarmente alta e viene rafforzata nel fine settimana nei luoghi della ‘movida’, quando c’è il ‘picco’ di richiesta e di consumo tra i giovani del posto.

Centro Servizi Acerra