Ragazzino picchiato e rapinato del cellulare

By on 30 novembre 2017

In un altro episodio un uomo è stato depredato dell’automobile.

ACERRA – Altri due raid in città, continua l’emergenza criminalità. Nonostante le ultime operazioni messe a segno da polizia e carabinieri contro l’escalation dei fenomeni malavitosi in atto sul territorio, ad Acerra purtroppo si continuano a registrare casi di rapina. L’altro giorno, infatti, in pieno centro, zona centro storico, un ragazzo minore è stato colpito da alcuni sconosciuti, pressappoco coetanei, che a suon di schiaffi lo hanno costretto a consegnare il cellulare. L’episodio è stato denunciato presso il locale commissariato di polizia.

Lunedì sera, invece, a due passi dalla caserma dei carabinieri di via Volturno, un automobilista è stato rapinato della macchina: l’uomo, del posto, è stato bloccato nella zona della Tappia da tre sconosciuti che gli hanno intimato di consegnare la macchina, una Smart Fortwo. Secondo i militari dell’Arma, tuttavia, che indagano sull’accaduto, potrebbe anche essersi trattato di una truffa consumata. Non è chiaro, infatti, se siano state mostrate armi. Di certo resta il dato del preoccupante aumento di questo tipo di reati – e più in generale di casi di violenza – con cui la cittadinanza è costretta a fare i conti. Resta vivo, tuttavia, in tutti gli acerrani il ricordo della recente sparatoria di piazza San Pietro quando si sono affrontate due bande d albanesi in un conflitto a fuoco che solo per una fortunata coincidenza non è sfociata in tragedia.

Permane, purtroppo, comunque la paura nonostante gli agenti commissariato di Acerra, diretti dal vicequestore AntonIo Cristiano, abbiano arrestato tre persone che sono rimaste ai domiciliari per rissa aggravata così come disposto dall’autorità giudiziaria. In vista delle imminenti festività natalizia, tuttavia, residenti e negozianti invocato maggiore sicurezza soprattutto per quel che concerne i fenomeni predatori ed il controllo delle strade.

Centro Servizi Acerra