Emergenza criminalità, Noi con Salvini scrive al Prefetto

By on 30 novembre 2017

Dopo l’escalation di violenza il partito chiede interventi significativi per garantire la sicurezza dei cittadini di Acerra.

ACERRA – Emergenza criminalità, il ‘Noi con Salvini’ scrive al Prefetto: convocare un tavolo per la sicurezza. E’ quanto chiede la sezione di Acerra del partito alla luce dell’escalation di furti, aggressioni, rapine e violenze culminate due settimane fa nella sparatoria tra extracomunitari a piazza San Pietro.

“Sono numerosi gli episodi del  genere che si stano susseguendo in città – sottolinea nella missiva il coordinatore del partito Gaetano Stompanato (nella foto a sinistra) – questa situazione d’insicurezza che aleggia ad Acerra sta allarmando la popolazione che ormai non è più libera nemmeno di passeggiare liberamente per le vie del centro. Diverse volte, abbiamo chiesto pubblicamente all’amministrazione risposte sulla situazione della sicurezza nella nostra città. Le nostre richieste sono rimaste inevase, quasi come non avessimo diritto a sapere quello che sta accadendo”.

Gli fa eco l’altro referente salviniano Gaetano Panico (nella foto a destra): “Eppure il sindaco, stando al testo unico degli enti locali ha obblighi precisi di tutela nei confronti della incolumità pubblica e della sicurezza urbana. Siamo molto preoccupati e sentiamo lontane le Istituzioni cittadine che dovrebbero essere le prime a esserci vicine, a darci risposte e a proporre soluzioni su questa tematica”. Di qui la richiesta al Prefetto Carmela Pagano di porre in essere tutto quanto è nelle sue possibilità al fine di adottare provvedimenti tesi a migliorare le condizioni di vivibilità in cui versa Acerra con la la convocazione a breve di un tavolo sulla sicurezza”.

Centro Servizi Acerra