Quali novità dal settore delle auto

By on 20 novembre 2017

In un universo in crescita che ha dovuto reinventarsi a causa della crisi è stato soprattutto il mondo dell’usato a trainare il carrozzone con i compro auto usate in contanti.

Il mondo delle auto è in continua evoluzione; un universo in crescita che ha dovuto reinventarsi a causa della crisi generalizzata (ma che ha colpito il settore in modo forse più netto rispetto ad altri comparti). Il 2017 si sta per chiudere e tutti gli indicatori segnano un ritorno alla positività, quindi il mercato delle auto può tornare in parte a sorridere. Si parla qui di vetture di nuova immatricolazione, ovvero quelle che vengono prese ad esempio per capire se e come il settore sta crescendo. Ma in tutti questi anni di buio profondo e di un settore avvitato su sé stesso, senza slanci né impeti, a trainare il carrozzone è stato soprattutto il mondo dell’usato; e grazie a novità apparse sul mercato. Su tutte, i compro auto usate in contanti.  Moderni intermediari comparsi da qualche tempo sui mercati e che offrono un servizio completamente gratuito per vendere auto usate di qualunque marca e modello direttamente in contanti.

In sostanza si porta l’auto in sede, la si fa valutare, si ascolta l’offerta che l’intermediario va a formulare e si decide quindi se accettarla o meno. Un percorso come detto senza costi di intermediazione che contempla soltanto una piccola rinuncia in termini di prezzo di mercato. E qui va fatta una premessa. Vi è infatti differenza tra valore di mercato e valore di realizzo: il primo si riferisce a ciò che potenzialmente si potrebbe monetizzare da un bene posseduto; il secondo è invece un dato più concreto, freddo e forse anche crudo. Ovvero, ciò che oggettivamente si può incassare in un dato momento storico, senza voli pindarici né altro. Per tutti gli utenti attirati da questa ipotesi e con la necessità di vendere velocemente la propria vettura, i servizi di compro hanno rappresentato una meta sicura anche in tempo di crisi. Il dato è evidente anche dalla crescita che si è riscontrata di questi servizi in rete. La proposta di acquisto è quindi riferita al prezzo di realizzo, analizzando i prezzi di acquisto e vendita registrati in quel momento storico per auto simili.

Ovviamente a influire sula quotazione finale vi sono anche alcuni indicatori della vettura, come allestimento, marca, modello, chilometraggio, stato d’uso, colore, zona di rivendibilità ecc… un servizio gratuito che spesso va ad offrire supporto anche per quanto riguarda la fase post vendita, quella più critica dal punto di vista burocratico con la necessità di adempiere a tutti gli aspetti burocratici come passaggio di proprietà ecc… tanti motivi che hanno spinto gli utenti a rivolgersi a questa tipologia di servizio per dribblare la crisi del settore.

foto scapotenza.it

Centro Servizi Acerra