Il vicesindaco Lombardi: siamo attivi su tutto il fronte ambientale

By on 3 novembre 2017

Al via il nuovo corso della raccolta differenziata, reintrodotti i carrellati. Aumentano i controlli dei vigili sui mezzi rifiuti.

ACERRA – Al via il nuovo corso della raccolta differenziata. E’ partita l’altra notte nei rioni Ferrovia e Pozzillo la nuova modalità di conferimento dei rifiuti. Rispetto al capitolato d’origine sono stati reintrodotti i ‘carrellati’, cioè i bidoni di raccolta comuni per i condomini superiori ad otto unità abitative. Tale aspetto, che aveva provocato perplessità tra i cittadini, è stato subito modificato con l’intervento dell’assessore al ramo nonché vicesindaco Cuono Lombardi (nella foto) che ha seguito di persona insieme al personale della Tekra, la ditta vincitrice dell’appalto di igiene urbana ad Acerra, il corretto svolgimento del servizio alla ‘prima’ uscita dei netturbini con il nuovo sistema.

“Occorre capire come rispondono gli acerrani e come ha funzionato l’attività informativa. Con questa innovativa modalità di raccolta – sottolinea Lombardi – vogliamo superare il 70% di divisione del pattume per essere ancora di più un comune virtuoso. Allo stesso tempo vogliamo dimostrare che l’opzione rifiuti zero è possibile, con la consapevolezza che più si differenzia e più si abbassa la tassa sulla spazzatura”. Lo stesso esponente della giunta Lettieri è attivissimo su tutto il fronte ambientale: da una sua missiva indirizzata al Comando di Polizia Locale arriva l’indicazione di attivarsi per controllare i camion che trasportano rifiuti nella zona industriale. Ci sono da limitare, infatti, le scie di percolato che gli stessi veicoli lasciano in entrata ed in uscita dalla città. “Su questo aspetto – il monito del vicesindaco – i nostri vigili saranno attentissimi nelle verifiche”.

Dopo le richieste giunte da più parti sulla moratoria alle aziende insalubri sul territorio (peraltro già votata da tutte le amministrazioni dal 2005 ad oggi) Lombardi finalmente chiarisce quali sono le strade istituzionali da seguire, come già evidenziato nell’ultima seduta del consiglio comunale, con la sua relazione condivisa da tutte le forze politiche presenti in Assise: “Abbiamo chiesto un incontro ad horas con l’Asi e con quelli che sono i nostri interlocutori sovracomunali, cioè le commissioni Ambiente ed Attività Produttive della Regione Campania. Altro passaggio cruciale da fare è con la Città Metropolitana, perché a livello urbanistico conta il piano territoriale di coordinamento provinciale”.

Centro Servizi Acerra