Questione ambientale, l’opposizione chiede un consiglio comunale

By on 9 ottobre 2017

La proposta sul modello ‘question time’ arriva dai cinque consiglieri della coalizione che aveva come candidato sindaco Paola Montesarchio.

ACERRA – Un consiglio comunale sulla questione ambientale.  E’ quanto hanno richiesto i cinque consiglieri (su sei in totale) di opposizione della coalizione ‘Ora si Cambia’ che balle scorse elezioni ha sostenuto la candidatura a sindaco del segretario del Pd Paola Montesarchio.

“Tenendo fede all’impegno assunto nel precedente consiglio comunale abbiamo provveduto a richiedere un consiglio comunale per discutere della necessità di una moratoria che inibisca gli insediamenti di impianti e di aziende insalubri sul territorio di Acerra. Contestualmente, nel rispetto dei principi del regolamento comunale per la partecipazione, i consiglieri comunali della coalizione (la stessa Montesarchio, De Maria, Zito, Catapane e Soriano) hanno inteso proporre, a garanzia di una più forte interlocuzione con la città, lo strumento dell’interrogazione a risposta immediata, cioè il question time”.

Per i sottoscrittori la prossima Assise dovrà sciogliere i nodi circa il nuovo sistema di raccolta differenziata. “Le nostre proposte – spiega Vincenzo De Maria – nascono sempre dall’ascolto dei cittadini e dall’approfondimento delle tematiche della città. Su questa linea e nell’esclusivo interesse degli acerrani continueremo a svolgere il nostro ruolo di opposizione consiliare”.

Centro Servizi Acerra