Lettieri all’attacco: “Noi combattiamo i roghi, il M5S fa speculazione politica”

By on 18 luglio 2017

Il sindaco Lettieri replica alla denuncia presentata dai Cinquestelle: “Abbiamo ottenuto che il Consorzio del Volturno intervenga per tutelare l’incolumità pubblica e privata nei pressi del canale incendiato”.

In merito ad alcune notizie di stampa relative all’ennesima pretestuosa denuncia di alcuni esponenti del Movimento Cinque Stelle il Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri dichiara: «Mi accusano di non aver agito nella zona del controfosso di proprietà del Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno dove in questi giorni si sono verificati incendi che hanno causato disagi ai cittadini. Siamo fiduciosi che gli organi deputati appureranno la verità. E mentre la nostra città, come tutto il territorio campano, è sotto l’attacco di delinquenti e scellerati che appiccano roghi, le persone perbene di questa comunità si uniscono a protezione di Acerra. Altri invece speculano. E’ chiarissimo a tutti che si tratta dell’ennesimo tentativo degli esponenti di questo partito di fare campagna elettorale. Forze non si sono accorti che è finita, tentano ancora ad incendiare il clima politico in città.

Approfitto per dare io una notizia: solo grazie all’azione tempestiva del Comune di Acerra, in particolare per mezzo del Procedimento amministrativo avviato da questo Ente, così come previsto per legge, finalmente il Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, lo scorso 14 luglio ha assicurato  – con una nota inviata anche al Prefetto – che provvederà ad eseguire gli interventi che rientrano nelle proprie competenze per tutelare l’incolumità pubblica e privata. E questo è un primo fatto importante per la città ed i cittadini di Acerra, che nessuno potrà mai strumentalizzare o negare. Non solo. L’Arpac ha effettuato ben due sopralluoghi sul posto, uno del 29 giugno e l’altro del 10 luglio, e in questa ultima data ha prescritto al Consorzio stesso, in qualità di soggetto obbligato, di classificare gli eventuali rifiuti bruciati, rinvenuti, e poi effettuarne lo smaltimento. Inoltre l’Arpac prescrive anche che una volta rimossi e smaltiti i rifiuti, il Consorzio dovrà effettuare  un’indagine dell’area interessata dai roghi per l’accertamento di eventuali concentrazioni soglie di contaminazione. Dopo numerosi solleciti, il Comune ha ottenuto la disponibilità anche dall’Asl per le prossime indagini da effettuare sul posto.

Basterebbero queste azioni sintetizzate per dimostrare la pretestuosità di queste accuse che mi vengono mosse da chi non si è reso conto di aver perso le elezioni. Noi veniamo denunciati mentre stiamo affrontando in prima linea e ogni giorno, con i pochi mezzi e uomini a nostra disposizione e con le azioni che la legge ci consente, il dramma dei roghi che sta vivendo la nostra terra, mentre pretendiamo dalla Regione le bonifiche dei nostri terreni che ci spettano e che non sono state mai realizzate e mentre i nostri cittadini ci considerano l’unico e ultimo baluardo a difesa della loro salute. A questo punto, non vediamo l’ora che vengano accertate le responsabilità».

Centro Servizi Acerra