Accoltella ragazzo nelle Madonnelle, preso 14enne

By on 2 giugno 2014

ACERRA – Accoltella un 21enne, arrestato un minorenne. Il ragazzino, V.B., che ha solo 14 anni, è stato fermato nella notte tra sabato e domenica qualche ora dopo aver ferito con un paio di fendenti un 21enne che abita nel suo stesso quartiere, il popoloso rione Madonnelle.

A rintracciarlo ed a chiudere il cerchio sul grave episodio che ha caratterizzato la serata di sabato ad Acerra, i carabinieri della locale stazione, diretti dal comandante Vincenzo Vacchiano. Il 14enne è uno studente ed incensurato. Incensurato come la vittima, Nicola D’Anna, disoccupato di 21 anni, che si trova tuttora ricoverato in osservazione presso il presidio ospedaliero ‘Villa dei Fiori’ di Acerra. Il giovane è stato bloccato dai militari dell’Arma nei pressi di piazza Guido Rossa, mentre tentava la fuga, un paio d’ore dopo che, al culmine di una lite per futili motivi, aveva ferito con un coltello quel ragazzo di sette anni più grande di lui.

I fatti: erano da poco trascorse le 21 di sabato, quando nelle vicinanze di un supermercato ubicato ad un centinaio di metri dal luogo del fermo, il minore si incontrava con il 21enne. L’incontro avveniva per caso nonostante entrambi abitino nello stesso quartiere, le ‘Madonnelle’, un complesso di case di edilizia popolare e Coop Rosse. I due si conoscevano e dalle parole si passava subito ai fatti. Occorreva chiarire, infatti, il diverbio che avevano avuto la sera precedente nel corso di una festa. Avevano litigato e non è da escludere che fossero venuti anche alle mani per essere intervenuti per difendere ognuno dei propri amici. Secondo quanto ricostruito dagli uomini della Benemerita di stanza in via Volturno, il ragazzo più grande si sarebbe avventato contro quello più piccolo, il quale avrebbe estratto un coltello colpendo il rivale alle gambe.

Alla zuffa erano presenti anche altri ragazzi. La vittima è stata soccorsa e trasportata con mezzi privati alla clinica ‘Villa dei Fiori’ dove è stata medicata per ferite da taglio alla coscia sinistra ed alla coscia destra giudicate guaribili in 15 giorni. Un paio di punti di sutura a gamba per fermare l’emorragia provocata dalle ‘lamate’. Il ferito è ricoverato in osservazione. Il coltello, al momento, non è stato rinvenuto. L’arrestato, che deve difendersi dall’accusa di tentato omicidio, è stato accompagnato a Napoli nel centro di prima accoglienza per minori del viale Colli Aminei. La vicenda in cui è maturato il ferimento di Nicola D’Anna, getterebbe le sue basi nella ‘questione’ avuta la sera prima tra vittima ed aggressore. Ragazzi dal litigio e dal coltello facile, per un problema di ordine pubblico che sta assumendo toni preoccupanti tra la popolazione giovanile di Acerra.

Centro Servizi Acerra