Certificati edilizi falsi, in manette finanzieri e politici

By on 15 marzo 2014

SAN GIUSEPPE VESUVIANO – Fornivano falsi attestati di idoneità edilizia alle fabbriche tessili degli immigrati cinesi. In manette cinque persone tra cui due finanzieri e un dipendente del comune di San Giuseppe Vesuviano. La truffa scoperta dai carabinieri della stazione di Terzigno ha portato alla luce anche falsi certificati di agibilità e idoneità alloggiativa per le sartorie cinesi dove cantine e sottoscala erano diventati luoghi di lavoro e abitazioni nella completa violazione delle norme relative alla sicurezza.

L’indagine, che va avanti da quasi due anni, ha fatto emergere oltretutto un‘organizzazione capillare, con ramificazioni nei settori nevralgici della pubblica amministrazione essendo coinvolti due finanzieri di Somma Vesuviana e di Pomigliano D’Arco della compagni di Ottaviano, un architetto ed ex consigliere del comune di San Giuseppe Vesuviano, un funzionario dell’ufficio tecnico dello stesso comune e un commercialista di Ottaviano. Altre cinque persone sono state denunciate, mentre sono stati sequestrati 16 certificati ritenuti falsi e due opifici a Terzigno.

Centro Servizi Acerra